“Concerto di Natale” nel Castello Boncompagni Ludovisi di Trevinano

 

"Concerto di Natale" nel Castello Boncompagni Ludovisi di Trevinano

Un palazzo gioiello – il Castello Boncompagni Ludovisi – incastonato in quel lembo di quiete che è Trevinano. Sorge all’estremità del borgo medievale, a una manciata di curve dal suggestivo Parco di Villalba, nella terra di mezzo tra Umbria, Lazio e Toscana. Posizione geografica, originalità della sua architettura e fascino degli ambienti, rendono il complesso un luogo unico. In grado di coniugare tradizione, storia millenaria e natura incontaminata. Un richiamo ancestrale al divenire del tempo che consacra gli eventi che periodicamente ospita. La frazione di Acquapendente spalanca le sue porte alla bellezza, domenica 18 dicembre alle 16. E lo fa con un evento esclusivo che, in mezzo a mille appuntamenti di stagione, reclama attenzione per l’incanto d’inverno che regala.

Il Salone delle Feste del Castello farà, infatti, da cornice al “Concerto di Natale” proponendo i virtuosismi vocali del mezzosoprano Luisella Capoccia, accompagnata dalla pianista Elena Bazzuoli. Al termine, è previsto un brindisi augurale offerto dal ristorante “La Parolina” – aderente alla rete JRE Jeunes Restaurateurs, riconosciuta dal mondo gastronomico come una delle più prestigiose associazioni culinarie – degli chef Iside Maria De Cesare e Romano Gordini, che hanno fatto dell’attenzione alla qualità e alla miglior resa degli ingredienti autoctoni la loro cifra stilistica.

Frammentarie, invece, le notizie che si hanno sul castello e risalenti alla metà del XII secolo, periodo tormentato da frequenti scontri tra aquesiani e orvietani. “Una data fondamentale è sicuramente il 1187, anno in cui con un trattato di pace, stipulata tra le città di Acquapendente e Orvieto, si concede l’abitato di Trevinano ai figli di Sinibaldo Visconti di Cambiglia. Attualmente il Castello è di proprietà dei Boncompagni Ludovisi, dopo essere stato per circa trecento anni della famiglia Bourbon del Monte“.

La storia del castello appare strettamente legata a quella del borgo. “La tenuta di circa 3000 ettari ed il Castello di Trevinano furono assegnati alle figlie Ippolita, poi Contessa Naselli dei Duchi di Gela, ed alla Principessa Agnese Boncompagni Ludovisi. Che crearono due differenti tenute ed amministrazioni: la Tenuta Elvella alla Contessa Ippolita, la Tenuta della Monaldesca alla Principessa Agnese. Anche il castello fu diviso in due parti, il piano terra ad Ippolita ed i due piani superiori ad Agnese“. Ora che l’intera rocca è stata riunificata, il legittimo proprietario del castello è il Principe Alessandrojacopo Boncompagni Ludovisi.

Gli appuntamenti a Trevinano proseguiranno all’insegna della musica anche martedì 27 dicembre alle 21.30, quando le tre navate della chiesa parrocchiale intitolata alla “Madonna SS. sotto il mistero della Natività” saranno invase dalle note. Quelle che propongono una selezione dei migliori “Canti di Natale” di sempre. Da martedì 27 a venerdì 30 dicembre, infine, tutte le sere saranno animate da giochi, tombolate e brindisi nei locali del Circolo dell’Associazione Pro Loco, dove giovedì 5 gennaio alle 21.15 per la gioia dei più piccoli è atteso l’arrivo della Befana. Quanto basta per sognare.

Per ulteriori informazioni:
www.castelloboncompagniludovisi.it